Categorie
Articoli

Il meglio deve ancora venire

Il 2015 è l’anno delle opportunità. Abbiamo l’occasione di rilanciare il nostro partito e con lui tutto il cantone. Come giovani ci rendiamo conto che si ha scommesso sul rinnovamento e non ci tiriamo indietro. Noi ci siamo con l’entusiasmo e la passione di sempre, pronti a fare la nostra parte.

Da presidente cercherò di restituire almeno in parte ciò che ho potuto ricevere da GLRT in questi anni. Questo movimento è molto di più di una palestra politica, altrimenti non sarei dove mi trovo ora. Innanzitutto devo però ringraziare per la fiducia concessami quando due anni fa, ancora liceale, ho potuto entrare a far parte dell’Ufficio presidenziale come vicepresidente.

Devo ringraziare anche Matthias Bizzarro che mi ha preceduto in questo ruolo per l’ottimo lavoro svolto, e insieme a lui un grazie di cuore va a tutti i GLRT per il contributo dato e che continua a farsi sentire. Mi rendo conto che grazie a donne e uomini che hanno dato l’anima per GLRT abbiamo oggi un’eredità importante da portare avanti, che ci stimola a dare il massimo.

Solo nell’ultimo anno siamo riusciti ad organizzare uno spettacolare (e siamo modesti) Congresso dei Giovani Liberali Radicali Svizzeri, molto apprezzato dai nostri confederati e in cui siamo tornati ad essere rappresentati in seno al comitato centrale GLRS con la persona di Nick Meili. Altri numerosi appuntamenti hanno reso densa la nostra agenda e in parallelo sostenuto la candidatura di numerosi giovani sulle liste del 2015, così da favorire maggiormente il ricambio generazionale.

Come giovani ci sentiamo spesso dire che siamo il futuro. Oltre a dare il nostro contributo per la riconquista del secondo seggio in Consiglio di Stato ce la metteremo però tutta per diventare il presente, perché il futuro si scrive ora. Vogliamo assumerci responsabilità. Giorno dopo giorno abbiamo già dimostrato di esserne capaci: nei vari organi in seno al PLR, in Gran Consiglio e nei comuni, come nel resto della società. I giovani che si impegnano per portare avanti i nostri valori sono numerosi.

Il programma GLRT

In assemblea si è anche approvato il documento programmatico elaborato da un apposito gruppo di lavoro in vista della prossima legislatura. Ribattezzato “City Life” si fonda su tre pilastri: formazione, qualità di vita e lavoro. Questo programma, del tutto complementare a quello approvato dal Congresso PLRT, vuole essere una sorta di manuale da utilizzare per poter vivere al meglio la Città-Cantone, da Airolo a Chiasso. Per forza di cose abbiamo dovuto fare delle scelte prima di giungere a questo documento, di cui qui a lato presentiamo un’anteprima, focalizzandoci su temi giovanili – è vero – ma senza dimenticare chi ha qualche capello grigio in più. Lo stesso vale per le valli e le zone più periferiche, che oltre ad avere il giusto spazio nel programma PLRT rientrano nel nostro concetto di Città-Cantone.

Abbiamo le idee e le persone e sono sicuro che ce la faremo. Inoltre ci stiamo già muovendo alla ricerca di proposte concrete per cominciare subito a cambiare in meglio le cose, senza aspettare l’inizio della prossima legislatura.

La nostra squadra è ora composta dai Vicepresidenti Sinue Bernasconi (per il Distretto di Mendrisio), Matthias Bizzarro (per il distretto di Lugano) e Alessandro Spano (per il Distretto del Locarnese e Valli). Vanno a completare l’Ufficio Presidenziale Andrea Brazzola, Sascha Mauro, Nick Meili e il neo segretario Andrea Scotti. Per la coordinazione della campagna di GLRT è invece stata individuata Sara Manetti, ma tutti insieme diciamo sì a questa sfida.

Articolo apparso su Opinione Liberale.