La tua firma conta!

Siamo un Partito. Siamo i Liberali Radicali e siamo orgogliosi di esserlo. Sappiamo che il lavoro di squadra funziona quando ognuno nel suo piccolo fa la sua parte. Non è uno sforzo eccessivo, chiediamo un contributo modesto ma importante, perché tante piccole parti sommate fanno un grande successo. Solo in questo modo fra cinque mesi esatti potremo festeggiare due Consiglieri di Stato Liberali Radicali. Ma guardando al presente e per catapultarci al meglio nell’imminente campagna elettorale dobbiamo tornare fra la gente. Dobbiamo far capire che non abbiamo più la maggioranza relativa in governo. Dobbiamo spiegare cosa vuol dire fare Politica ma soprattutto come si può far bene questa Politica, quale è il nostro stile. Ci sono misure che si possono condividere o meno. Ritoccare le imposte per permettere di aumentare la spesa a dismisura è però la scelta più facile ma sicuramente non giustificata.

Non esiste che i nostri eletti (non tutti, è vero) discreditino il Parlamento e i suoi membri, e ancora meno noi siamo disposti a farci ricattare. Il voto popolare non ci ha mai fatto paura.

Se ogni membro dei nostri comitati sezionali raccogliesse 10 firme tra le sue conoscenze il nostro referendum sarebbe già riuscito. Il traguardo risulta essere ancora più vicino se consideriamo anche le migliaia di consiglieri comunali liberali radicali e i municipali. “Tempus fugit” dicevano già i latini: i giorni che ci separano dal 12 gennaio cominciano ad essere meno di quelli ormai trascorsi dal lancio del referendum e le feste sono alle porte. Sul prossimo OL, al rientro dalle vacanze, potremo festeggiare o morderci le mani. Per questo motivo vogliamo essere il più vicino possibile all’obiettivo prima di Natale. Per arrivarci ce la stiamo mettendo tutta e questo week end saremo ancora nelle piazze del cantone. Passate a trovarci. Portateci qualche formulario. Aiutateci a fermare amici, conoscenti e concittadini per arrivare al successo: 7’000 firme. Insieme ce la possiamo fare. Viva il PLR!

Articolo di apertura su Opinione Liberale.