«Reddito di base incondizionato» — Dibattito a Democrazia diretta

Un reddito incondizionato di 2’500 franchi al mese che consenta a tutte le persone residenti in Svizzera di condurre un’esistenza dignitosa. È quanto propone l’iniziativa «Per un reddito di base incondizionato» che ha raccolto 126’408 firme valide.         

Il testo chiede che la Confederazione garantisca di un reddito minimo di base per tutti, lavoratori e no, allo scopo di consentire all’intera popolazione di condurre un’esistenza dignitosa e di partecipare alla vita pubblica. Inoltre anche i minori avrebbero diritto ad un assegno mensile di 625 franchi, per cui la stragrande maggioranza della popolazione diverrebbe finanziariamente autonoma.

Ospiti per il SI:

Sergio Rossi, prof. economia Università di Friborgo
Evaristo Roncelli, Partito socialista
Claudia Crivelli Barella, granconsigliera I Verdi

Ospiti per il NO:
Fabio Regazzi, consigliere nazionale PPD TI (da Berna)
Paolo Pamini, granconsigliere La Destra
Fabio Käppeli, granconsigliere PLR

Conducono Reto Ceschi Pietro Bernaschina.

Testo tratto da Rsi.ch.

 

Guarda la trasmissione.